A.V.P.C.M.Notizie Settembre 2013 - AVPCM

Associazione Volontari
Protezione Civile
Molinella
Vai ai contenuti
Notizie
A.V.P.C.M. Notizie - Settembre 2013 n. 31

Il nuovo veicolo PICK UP modello ISUZU, che dal 1 Gennaio 2013 è entrato a fare parte del parco automezzi AVPCM.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Introduzione 09-2013
Pubblicato: Mercoledì, 13 Novembre 2013 01:38
Consentiteci almeno questa volta di “auto incensarci”, come ha professionalmente evidenziato il nostro Responsabile, in questo articolo, il nostro ultimo numero ( tiratura massima 1000 copie!), ha ricevuto una infinità di elogi ed apprezzamenti, sia nell’ambiente ufficiale della Protezione Civile, che nell’opinione pubblica locale, ora sul computo dei ringraziamenti, abbiamo dedicato molto spazio in questo numero, agli attestati di benemerenza che ci sono pervenuti dai Comuni del modenese terremotati e da enti pubblici per elogiare che l’operato della nostra Associazione, anche per merito del suo Presidente Floriano Frabetti, ed ai volontari che hanno operato nei campi di soccorso e chi ha lavorato silenziosamente nelle retrovie, alle ditte, singoli artigiani, commercianti, singoli privati che hanno contribuito a donare in più forme diverse tra di loro, per aiutare quelle sventurate popolazioni, è stato un lavoro che non è andato nel dimenticatoio! Più volte abbiamo detto e ripetuto che lo STIPENDIO DEL VOLONTARIO È LA RICONOSCENZA E LA GRATITUDINE!
Perdonateci questi attimi di considerazionipersonali.

Un’altra parte ragguardevole del periodico è riservata ad una materia che può sembrare “barbosa, burocratica e per addetti ai lavori”, ci riferiamo all’articolo “Importanti regolamentazioni”, purtroppo abbiamo dovuto dedicare molto spazio elle nuove  disposizioni in materia di Volontariato di Protezione Civile, molto importanti e fondamentali per chi opera in quel settore.
Come al solito, abbiamo ritardato alcuni mesi per andare in stampa, ma si ricordi sempre che il giornale è “fatto” da soli  volontari, quindi nel bene e nel male occorre molta pazienza e la massima compressione, se qualcuno verrà ad aiutarci, vi  assicuriamo un servizio migliore!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Con noi e non contro di noi
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:35
In occasione dell’uscita del nostro ultimo notiziario, in cui abbiamo descritto minuziosamente gli interventi dell’Associazione, molti sono stati i commenti favorevoli e gli interventi di cittadini e Autorità Civili e Militari. Coloro che hanno letto le notizie ci hanno confermato che le attività dell’AVPCM sono seguite con interesse e viva simpatia. Ringraziamo tutti quelli che hanno compreso i fini delle nostre attività. Ne siamo felici ma non ci fermiamo. Il riposo per noi, non è altro che una sosta, durante la quale studiamo le mosse future per essere sempre pronti ad ogni evento. I Volontari dell’A.V.P.C.M. Lo sanno, lo sapete, lo sappiamo: per noi la difesa dell’ambiente è cosa di primaria importanza. Siamo figli di una natura che, per qualche verso, è  generosa ma,quando ha il moto iroso, si scaglia contro di noi e ci fa sentire il peso degli errori. L’AVPCM , fin dal suo sorgere,  ha preso la decisione di proteggere il territorio, onde evitare agli abitanti disagi e distruzioni a cui si devono dedicare fatiche  immani e spese ingenti per ritornare alla situazione precedente. In questa ottica e con i dovuti contatti con le proposte  Autorità, abbiamo intrapreso alcune iniziative importanti come la sorveglianza degli argini di cui è ricca la nostra terra. L’importanza dei nostri interventi è stata riconosciuta dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione anche perché i nostri   Volontari agiscono con correttezza e con regolarità. Certo, vi sono lavori, come la pulizia delle golene, che non sono più stati fatti da anni e gli alberi formano ormai un baluardo che si oppone alle piene ormai frequenti. In questo caso non possiamo fare altro che segnalare gli ostacoli maggiori dato che non abbiamo le competenze ed i mezzi per intervenire. Altro pericolo sono le  tane degli animali selvatici come le nutrie, le volpi e gli istrici che, ultimamente, sono apparsi anche nelle nostre terre, mentre prima erano retaggio degli Appennini. In questi casi possiamo intervenire, onde evitare fontanazzi indesiderati durante i periodi piovosi della Primavera e dell’Autunno. Ma c’è un ma... Nell’effettuare queste bonifiche abbiamo avuto pareri discordi da Associazioni Ambientaliste operanti nel territorio. Per carità, nulla da eccepire sulle attività di queste benemerite Associazioni, che, formate da volontari ben preparati e ferrati nella materia, non sempre sono in totale accordo con noi. È bene, però, che si sappia che fra i nostri soci vi sono anche aderenti, per esempio, al WWF, a Italia Nostra, al FAI ecc. e quindi non c’è motivo di contendere. Operiamo tutti per uno stesso scopo: la salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo. Proprio per questo ecco la nostra proposta: perché non organizzare una serie di incontri tra l’AVPCM e tutte le Associazioni Ambientaliste del territorio? Non siamo avversavi e tutti noi agiamo nell’interesse di Molinella e dei suoi cittadini. Che senso ha il contrastarci ed il dividerci? Meglio è per tutti incontrarci e parlare, scambiare i pareri e le idee : questo sarebbe un beneficio ed un grande vantaggio senza contare che, collaborando sinceramente, possiamo tutti migliorare. Questo non è solo un articolo ma è una PROPOSTA CHE INTENDIAMO PORTARE AVANTI FINO AD UNA SERIA CONCLUSIONE. Se vi è stato qualche screzio è
giunta l’ora di cancellarlo. La strada che intendiamo percorrere è questa e se vi è buona volontà di altri. tutti sanno dove e  quando trovarci, chi e come contattare. Se è vero, come diceva Oscar Wilde, che “II mondo è stato fatto dai pazzi perché i saggi vi possano vivere”, beh, allora cerchiamo di essere un poco pazzi ma anche... molto, molto saggi!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Parliamo di noi
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:35
In occasione dell’uscita del nostro ultimo notiziario, in cui abbiamo descritto minuziosamente gli interventi dell’Associazione, molti sono stati i commenti favorevoli e gli interventi di cittadini e Autorità Civili e Militari. Coloro che hanno letto le notizie ci hanno confermato che le attività dell’AVPCM sono seguite con interesse e viva simpatia. Ringraziamo tutti quelli che hanno compreso i fini delle nostre attività. Ne siamo felici ma non ci fermiamo. Il riposo per noi, non è altro che una sosta, durante la quale studiamo le mosse future per essere sempre pronti ad ogni evento.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Importanti regolamentazioni del Dipartimento Nazionale di Protezione CIvile per il volontariato di Protezione Civile

Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:35
Sabato 15 Giugno 2013, presso il centro logistico del CREMM di via Agucchi a Bologna, Roberto Giarola (Dirigente del settore Volontariato del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile) ha illustrato ad una settantina di quadri dirigenti delle Associazioni locali di Protezione Civile, riguardanti le province di Bologna,Ferrara,Modena, i nuovi indirizzi operativi, attinenti l’attività del volontariato, alla luce delle nuove disposizioni normative approvate nel novembre 2012 ed esecutive dal 31 Luglio 2013, con le indicazioni e gli adempimenti per le Associazioni di Volontariato in materia di “Salute e sicurezza dei Volontari”, praticamente il DDL 81 applicato alle realtà di Protezione Civile.

PREMESSA
Tutta la materia giuridica sulla Protezione Civile è regolata dalla Legge 225/92 e dal DPR 194/2001, con le normative del novembre 2012 vengono chiarite, integrate o modificate alcuni aspetti delle norme che regolano il funzionamento del vastissimo mondo della Protezione Civile Italiana.

EVENTI DI RILIEVO
NAZIONALE O LOCALE
Con l’approvazione delle nuove direttive, diventa effettivo l’articolo 15 del DPR 194/2001 che, rifacendosi all’ articolo 2 della Legge 225/92:
  • Demanda alle Regioni e Province Autonome, la gestione degli EVENTI A CARATTERE REGIONALE per le attività di Protezione Civile.
  • Lasciando al Dipartimento di Protezione Civile Nazionale la gestione degli EVENTI NAZIONALI, INTERNAZIONALI E FORMATIVI.

Alla luce delle nuove regolamentazioni, gli eventi di Protezione Civile, restano suddivisi in tre categorie:
  • EVENTI DI TIPO “A” ( a rilevante impatto locale, coinvolge generalmente un solo Comune) Avviene in presenza di una grave calamità o emergenza, che coinvolge un unico Comune, il Sindaco stabilisce che con l’attuazione del Piano Comunale di Protezione Civile, la costituzione del COC (Centro Operativo Comunale) e l’utilizzo delle realtà di P.C.l e esistenti sul territorio comunale, si è in grado di affrontare le varie problematiche del momento, in questo caso i benefici di legge per i Volontari, sono a carico delle Regioni competenti.
  • EVENTI DI TIPO “B” ( a rilevante impatto locale, coinvolge generalmente uno o più Comuni). Siamo in presenza di una calamità o evento molto grave, generalmente interessano più realtà comunali, in queste circostanze le sole forze operanti in quei territori, non sono in grado di affrontare la situazione, vengono istituiti i COC, i COM (Centro Operativi Misti), i CCIS (Centro Coordinamento Interforze di Soccorso) ed i CCP (Centri Coordinamento Provinciali) le operazioni vengono coordinate dalle competenti Autorità regionali e dalla Prefettura. I benefici di legge per i Volontari sono a carico delle Regioni competenti.
  • EVENTI DI TIPO “C” (eventi a rilevanteimpatto nazionale). Occorre la dichiarazione di Stato di Emergenza, e ci si trova di fronte ad una gravissima situazione di Protezione Civile ( esempio: il terremoto del maggio 2012). Tutta la gestione dell’emergenza ed i benefici di legge per i Volontari, sono a carico del Dipartimento Nazionale di P.C.le.
GLI “ELENCHI” NUOVE TIPOLOGIE DI APPARTENENZA E LE “ALIQUOTE”.
Al fine di fare ordine in materia di iscrizione delle Associazioni di Volontariato P.C.le all’apposito ALBO NAZIONALE, si sono adottati specifici provvedimenti che chiariscono e semplificano l’operatività nel settore. Per comprendere meglio la natura delle nuove normative, si consideri, che fin’ora, nell’apposito ELENCO NAZIONALE, vi erano iscritte oltre duemila Associazioni, con diverse realtà statutarie (per esempio: realtà che non avevano a che fare con il Volontariato, associazioni operanti in un solo Comune, o in un ambito ristretto), ora la nuova riforma, fa si che le Associazioni iscritte all’Albo Nazionale, siano poche decine, tutte operanti a livello nazionale, presenti in tutte le Regioni, con iscrizione e verifica triennale. Praticamente rimarranno in questo elenco speciale le principali associazione d’Arma (Alpini, Carabinieri ecc..) la Croce Rossa Italiana, i boy scout, i radioamatori, le Pubbliche Assistenze ecc. Inoltre il sistema delle “aliquote”, permetterà alle varie realtà associative iscritte all’albo Nazionale di mantenere forze disponibili per le emergenze regionali.
Vengono poi istituiti gli elenchi TERRITORIALI REGIONALI (la normativa identifica poi alcune direttive specifiche per farne parte). La nostra Associazione AVPCM, avendo i requisiti necessari, sarà inserita in tale ambito, dove opera già dal 1996.

REQUISITI LEGALI PER RAPPRESENTANZA ASSOCIAZIONI
(cariche direttive e responsabilità legale).
Viene riaffermato il diritto a rivestire cariche direttive anche a “soggetti” che abbiano già scontato una condanna/ pena e quindi sono a posto con la Legge. Rimane ovviamente sempre valido il concetto che chi ha una condanna in corso e deve ancora scontare la pena, non può rivestire anche all’interno dell’Associazione nessuna carica.

PRESENZA DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE IN EVENTI LOCALI
Viene espresso il concetto fondamentale che il Volontariato di Protezione Civile è UN BENE PREZIOSO E CHE TRATTANDOSI DI VOLONTARI, VANNO RISPETTATI, TUTELATI E VALORIZZATI e per nessun motivo, possono essere COMANDATI D’UFFICIO! (esclusi corpi particolari) Fatto salvo questo principio, si riconosce come un fatto positivo l’utilizzo dei Volontari di Protezione Civile per attività non proprio attinenti alla Protezione Civile, a condizione che:
  1. Il Comune, nel suo Piano Comunale di Protezione Civile, inserisca in un apposito Capitolo con indicazioni specifiche tutte le tipologie d’intervento. In tale senso il nostro Comune dovrà inserire nel suo Piano Comunale di P.C.le (esistente dal 1996), tutte le indicazioni operative sul volontariato di p.c.le, oggi contenute in parte nelle Convenzioni stipulate con le varie Associazioni di P.C.le esistenti sul territorio.
  2. Di fatto, in presenza di tali requisiti, i volontari di p.c.le possono partecipare a queste manifestazioni con le loro divise ed i loro distintivi, è importante però che il Comune attivi tutte quelle serie di adempimenti che scattano quando c’è una emergenza comunale (attivazione del COC, o sala operativa). Resta in vigore ovviamente, il divieto a partecipare a manifestazioni politiche.
  3. I Volontari possono intervenire anche su richieste di singoli privati /associazioni/ Enti, purchè siano preventivamente contattati e ci sia un ADEGUATO RICONOSCIMENTO allo sforzo compiuto per la loro partecipazione...
  4. RESTA CONFERMATO IL DIVIETO ASSOLUTO PER I VOLONTARI DI UTILIZZARE LE PALETTE DI QUALSIASI TIPO.
RICERCA DELLE PERSONE SCOMPARSE
Viene ribadito il concetto che la ricerca persone non è una attività della Protezione Civile e si chiarisce che:
  • Per le persone scomparse in montagna, la competenza per la ricerca dei dispersi spetta al Soccorso Alpino del CAI.
  • Per le persone disperse in mare, la competenza per la ricerca dispersi, spetta alla Capitaneria di Porto (Guardia Costiera).
  • In particolari circostanze, le Forze dell’Ordine possono avvalersi della collaborazione nella ricerca scomparsi di volontari della Protezione Civile, a condizione che siano adeguatamente informati gli organi regionali di p.c.le (per la nostra Regione il COR della Agenzia Regionale di Protezione Civile e la competente Prefettura).
ADEMPIMENTI DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE RELATIVAMENTE ALL’ ATTUAZIONE DEL DDL 81 IN MATERIA DI SICUREZZA
È stato precisato che le Associazioni di Volontariato di Protezione Civile che non hanno dipendenti a libro paga, godono di un regime particolare con molte esenzioni rispetto al testo originale, al riguardo usciranno quanto prima per la Consulta di Bologna
le normative ed apposite convenzioni con i medici che dovranno stabilire l’idoneità fisica dei volontari candidati per svolgere  attività di Protezione Civile.
ELEMENTO PRIORITARIO IN MATERIA DI SICUREZZA, RIMANE PER LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IL COMPITO DI TENERE UN’ADEGUATO ARCHIVIO CON LE SPECIALITÀ (I CORSI, ESERCITAZIONI, PARTECIPAZIONI AD EMERGENZE STRAORDINARIE, SPECIALIZZAZIONI PERSONALI) DI OGNI SINGOLO APPARTENENTE ALLA ASSOCIAZIONE (di cui dovranno essere evidenziate  tutte le principali attività di Protezione Civile che vengono svolte).
Da ultimo si richiama l’attenzione sull’uso dei DPI (Dispositivi di protezione individuali), settore che deve avere la massima importanza. Su questo capitolo (sicurezza), avremo modo di ritornare sull’argomento con altre informazioni.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
A un anno dal terremoto i Volontari di protezione civile premiati dai comuni di Finale Emilia e Molinella

Pubblicato: Mercoledì, 13 Novembre 2013 01:38
Giovedì 30 Maggio 2013 al Ristorante l’88 di Molinella, alla presenza dell’ Assessore del Comune di Finale Emilia Stefano Stipa (assente il Sindaco, Fernando Ferioli, trattenuto a Bologna per la concomitante visita del Presidente del Consiglio, Enrico Letta), con l’Assessore al Volontariato del Comune di Molinella p.a. Andrea Gabusi, sono stati consegnati attestati ai volontari che sono intervenuti a portare soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto del Maggio 2012. Questi sono i nominativi dei volontari AVPCM premiati:
Floriano Frabetti; Lamberto Mota; Luciano Benazzi; Ruggero Tinti; Nicola Castaldini; GianLuca Cuzzani; Giuseppe Lombardo; Manuela Maestrami; Claudio Ridolfi; Antonino Surdo; Giulio Tiberio; Uva Sergio.
Sono stati premiati anche volontari (ANC) – Associazione Nazionale Carabinieri, e Croce Rossa Italiana.
Al termine del convivio, è stato annunciato che il 29 Settembre 2013 a Molinella, nell’ambito delle manifestazioni provinciali di “Volontassociate” coordinate dall’Amministrazione della Provincia di Bologna si terrà una festa pubblica per promuovere e  rilanciare il ruolo del Volontariato, a fronte di un difficile momento economico per la società italiana.
L’articolo del consigliere AVPCM, Giulio Tiberio si inquadra nel contesto di quella iniziativa, con il prossimo numero del nostro periodico, avremo modo di tornare sull’iniziativa sopra citata.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ringraziamenti da parte dei Comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 Maggio 2012

Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:35
Si  evidenziano alcuni degli attestati che i Comuni del modenese, colpiti  dal sisma del 20 e 29 Maggio 2012, hanno inviato alla nostra  Associazione ed al suo Presidente, unitamente agli inviti di  partecipazione per manifestazioni di riconoscenza pubblica per i   volontari /soccorritori, fatti dalla Provincia di Modena e dalla Regione  Emilia Romagna (vedere il Pass). Questi documenti sono la prova e la  testimonianza più sicura e fedele del lavoro svolto in quella emergenza  con particolare riconoscimento all’operato del Presidente Floriano  Frabetti.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il ricordo di Sergio Zamboni
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:34
Il 28 Aprile 2013, è venuto a mancare improvvisamente “l’amico” Sergio Zamboni, una figura fondamentale e significativa della Protezione Civile Molinellese, apparteneva al Nucleo di P.C. dell'ANC (Associazione Nazionale Carabinieri. Sezione di Molinella), gruppo che insieme al Brigadiere Capo Armando Acquaviva aveva contribuito a costituire agli inizi del ‘2000. Sergio non è stato solo uno dei volontari più presenti nei servizi nel nostro territorio, o nelle varie esercitazioni che si sono tenute in regione, ha partecipato in prima persona a due grosse emergenze nazionali: il terremoto dell’Irpinia del 2003, dove insieme ad alcuni soci della sua Associazione, furono gli unici volontari di Molinella ad essere presenti in quella emergenza. Successivamente nel 2009 è stato all’Aquila dopo il terremoto, svolgendo un lavoro prezioso e molto impegnativo (il controllo alle entrate ed uscite dei campi allestiti dalla Protezione Civile.
Al rientro da queste missioni, il Sergio forte della sua inesauribile ed efficace capacità scenica ed espressiva, in collaborazione con le Autorità Comunali e Scolastiche, teneva agli studenti delle scuole locali, veri e propri appuntamenti didattici, per elencare quello che la Protezione civile faceva per l’emergenza terremoto, mettendo sempre in evidenza l’operato “benemerito” della Associazione di cui faceva parte (ANC).
A San Martino, suo paese natale e di residenza, era sicuramente un punto di riferimento, specie nelle problematiche della vita parrocchiale, aveva grande passione e talento per il teatro.
Dopo aver recitato con una compagnia dialettale amatoriale di San Martino, aveva “progredito” facendo parti di tutto rispetto (specie personaggi molto comici), nella Compagnia Instabile degli Amici dell’Arte di Molinella, diretta dal regista Riccardo Marchesini. Recentemente era sia pure con una piccola parte, approdato al cinema (fixion televisiva) di Pupi Avati, recitando con Cristian De Sica nello sceneggiato “Un Matrimonio”, che verrà trasmessa in autunno dagli schermi della RAI.
Sul lavoro era stimato e benvoluto dai colleghi e dai superiori, essendo Avvocato, apparteneva all’ufficio Legale della Emilbanca.
Già da un anno prima del tragico evento, aveva subito gravi e delicati interventi, sempre sorretto da una profonda Fede e contornato dall’affetto e dalle amorose cure di famigliari esemplari (moglie e figlie).
In queste circostanze solo il silenzio si confà al dolore.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Interventi di Protezione Civile
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:34
INTERVENTI DA PARTE DEI VOLONTARI AVPCM, ALLA FESTA DELLA BIRRA DI MOLINELLA DAL 20 AL 22 GIUGNO 2013
Premesso che nelle tre serate della festa in Piazza Massarenti i nostri volontari hanno operato dalle ore 20.00 alle 24.00, in numero di quattro unità, alle “transenne”, svolgendo un prezioso servizio per la sicurezza e la tranquillità del numerosissimo pubblico, specie giovanile, sopratutto richiamando i proprietari dei cani (a passeggio dentro l’area della manifestazione con i loro padroni), sulle normative in materia.
Tuttavia in questa sede si vuole portare a conoscenza dell’opinione pubblica di due interventi particolarmente significativi avvenuti nella fiera, che hanno visto come operatori di protezione civile due volontari AVPCM.
Gli episodi in questione sono accaduti tutti e due venerdì 21 Giugno così sintetizzati.
Il primo fatto è avvenuto all’incrocio tra via Mazzini e via Viviani, quando un bambino di pochi anni, è sfuggito al controllo dei genitori ed incautamente è corso al centro della strada (via Mazzini) nel momento esatto che sopraggiungeva un’automobile, il pronto intervento del volontario di P.C.,le provvedeva a fermare l’automobile interessata, evitando una sicura investitura del
bambino. Il secondo fatto è avvenuto all’incrocio tra via C. Battisti e via Viviani, quando il volontario di servizio alla transenna, notava un diversamente abile che da solo, vagava visibilmente sconsolato su una carrozzina alla disperata ricerca della sua automobile (ovviamente attrezzata per trasporto invalidi), in poche parole non si ricordava più dove aveva parcheggiato la sua macchina.
Da solo senza aiuto di nessuno (significativo il disinteresse totale dei passanti), il volontario portava il signore in carrozzina, in tutti i parcheggi della zona, dopo circa un’ora di questi giri “turistici, veniva trovata finalmente la vettura dell‘invalido, che da lì a poco, visibilmente felice e pieno di ringraziamenti per l’operatore, poteva rientrare a Ferrara dove abita.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
I servizi svolti dai volontari AVPCM fino al 25 Agosto 2013
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:32
NOI C’ERAVAMO ALLA FIERA DI MOLINELLA 2013

FOTO DI UNA RAPPRESENTANZA DEI VOLONTARI AVPCM CHE HANNO SVOLTO SERVIZI DI SUPPORTO ALLA VIABILITÀ (ALLE   TRANSENNE) DURANTE LA FIERA DI MOLINELLA DALL’ 8 LUGLIO 2013.
Da destra in alto: Santoro Carlo, Castaldini Nicola, Lombardo Giuseppe.
In basso sempre da destra: Tinti Ruggero, Gurioli Lino.
Nella foto mancano questi volontari che hanno fatto servizio alla Fiera di Molinella:
Benazzi Luciano, Chiarini Ezio, Bignami Giuliano, Maltoni Francesco, Fabbri Dino, Surdo Antonino, De Mieri Giuseppe, Uva Sergio, Boscolo Elvio
Per la scuola:
  1. Tutti igiorni per tutta la durata dell’anno scolastico, un volntario AVPCM è stato di ”servizio” al mattino sul passaggio pedonale di Molinella in via P. Fabbri incrocio con via della Libertà
  2. Per accompagnamento di classi scolastiche in uscite primaverili con la presenza totale di numero 12 volontari
  3. Intervento della Presidenza AVPCM (il Presidente Floriano Frabetti e il Vice Presidente Vincenzo Monti) in ordine alla  sicurezza scolastica (attuazione del DDL 81).
Supporto alla viabilità per il comune:
  1. Per il carnevale di Marmorta, Molinella, San Martino in Argine, Alberino, numero volontari impegnati 28.
  2. Per le fiere di Molinella e Marmorta numero volontari impegnati 26.
  3. Per funerali (eventi straordinari a Molinella, San Martino in Argine, Marmorta, numero volontari impegnati 15.
  4. Per processioni nel comune numero volontari 44 impegnati.
Per eventi sportivi:
La partecipazione a gare podistiche, ciclistiche, automobilistiche è stata di 28 presenze
Controllo argini:
Controllo argini Reno, Idice, Quaderna e canali della Bonifica Renana ha visto un totale di 36 volontari presenti, dovute al periodo particolarmente piovoso del mese di marzo, che ha comportato un allertamento costante, affrontando tra l’altro un pericolo fontanazzo sull’argine sinistro del Reno - Località Bosco Vertone e rottura tubazione Malalbergo
Servizi neve:
Nel periodo elettorale di Febbraio 5 presenze di volontari
Servizi fuori comune:
Vi sono state 36 presenze di Volontari AVPCM per interventi richiesti dalla Consulta (vedi Rimini), corsi, avvistamento AIB, Olimpiadi del Reno a Baricella.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il piano comunale di Protezione Civile del Comune di Molinella
Pubblicato: Mercoledì, 13 Novembre 2013 01:39
Il Comune di Molinella, è stato uno dei primi comuni della Provincia di Bologna a dotarsi di questo fondamentale ed indispensabile strumento operativo per affrontare in maniera efficiente ed organica le varie emergenze o calamità che (malauguratamente) dovessero capitare nel nostro Comune. La mancanza di questo elemento in alcuni comuni colpiti dal terremoto del Maggio 2012, ha provocato seri disguidi e complicanze nella macchina dei soccorsi. Per rimediare a questi “inconvenienti”, il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ha emesso una ordinanza per cui le Regioni, tramite le Prefetture, sono state incaricate di effettuare un censimento nazionale dei comuni che dispongono di Piano Comunale di Protezione Civile, con cortese sollecitudine per i comuni inadempienti, ad adeguarsi in tempi rapidi, di questa preziosa ed insostituibile base operativa, dati recenti danno la Regione Emilia Romagna al 76% dei propri Comuni con relativo Piano Comunale.
Venendo a Molinella, la prima stesura del Piano Comunale di P.C.le è datata novembre 1996, con relativo “battesimo” il 10/11 Dicembre dello stesso anno, quando alcune zone del Capoluogo furono allagate. Quel Piano aveva una sua caratteristica, infatti conteneva anche i nominativi dei componenti delle varie squadre che in caso di emergenza, dovevano operare.
Successivamente, tramite l’Ufficio Tecnico Comunale, la Polizia Municipale, e l’AVPCM furono allegate al Piano (rielaborato più volte), di ogni frazione, preziose cartine con i “siti”. Dove sono evidenziati gli appositi luoghi che eventualmente (in caso di calamità o emergenza), saranno ubicati le apposite aree per sistemare gli sfollati, e ed i soccorritori, le tendopoli, aree per atterraggio elicotteri, sistemazioni del P.M.A. (posto medico avanzato), ospedale da campo, campi per deposito materiali, indicazione delle ditte movimento terra ecc...
Ora alla luce degli eventi sismici dell’anno scorso, ed in considerazione delle ultime norme attinenti il mondo del Volontariato di protezione civile, che abbiamo diffusamente in questo articolo, SI IMPONE UNA NUOVA STESURA DEL NOSTRO PIANO  COMUNALE DI P.Cle, tra l’altro già scaduto alla fine del 2012, che recepisca anche suggerimenti e proposte che possono provenire dal mondo del nostro Volontariato (apprezzato in ambito provinciale per la sua esperienza, dedizione specifica, e professionalità, specie in ambito idraulico).
Alla luce di quanto sopracitato, si comunica che già fin d’ora la nostra Associazione, tramite il Vice Presidente Vincenzo Monti, ha già consegnato all’ufficio Tecnico Comunale un elaborato cartografico, con indicazione per le posizioni degli “attacchi” delle manichette per gli idranti, uso antincendio (documentazione preziosa per i vigili del fuoco!).
L’augurio è che il futuro “elaborato”, non diventi un bel libro dei sogni, ma sia periodicamente collaudato, al fine di rendere più efficiente la macchina della protezione civile comunale, con un “maggiore coinvolgimento” dei dipendenti comunali su queste  tematiche, in quanto è dimostrato che “tutti noi,siamo sulla stessa barca”!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Campo di addestramento del Morgone
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:32
Lunedì 22 Giugno 2013, nel corso dell’incontro dei Presidenti delle Associazioni di P.C.le delle Terre di Pianura, unitamente alle presidenze della Consulta di Bologna e del Centro Servizi “Villa Tamba”, si è convenuto di affidare la Gestione Operativa del Campo Scuola di Via Morgone a Marmorta, alla Consulta Provinciale delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile di Bologna, congiuntamente con il Centro Servizi “Villa Tamba “, ed in relazione alle esigenze della Agenzia Regionale di P.C.le.
L’area interessata è di proprietà del Consorzio della Bonifica Renana, che l’ha affidata al Comune di Molinella (in primis alla Provincia di Bologna), per esigenze di protezione civile, mentre l’Amministrazione Provinciale di Bologna ha riservato una parte della superficie impegnata a campo gara per la pesca sportiva riservata ai diversamente abili. A sua volta il Comune di Molinella ha incaricato l’AVPCM di sovra intendere a tutte le attività inerenti il settore della protezione civile.
A tale riguardo l’ AVPCM ha da alcuni anni, fatto installare un container in questo campo, con finalità logistica (da completare l’allestimento interno).
L’utilizzo della suddetta area è già avvenuta in diverse circostanze che si possono così riassumere:
  • Esercitazione di sub nell’addestramento comunale del 2009.
  • Periodicamente la nostra Associazione ha tenuto addestramenti all’uso delle pompe acqua.
  • Stage formativi dei Vigili del Fuoco, per varie finalità. Alla luce di quanto sopra, si preannuncia che alla fine di Settembre o ai primi di Ottobre al termine del corso formativo (provinciale) idrogeologica, al Campo del Morgone, si terrà una importante esercitazione, con la presenza e partecipazione di numerosi operatori di Protezione Civile.



---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Nubifragio di Rimini - 24 Giugno 2013
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:32
Cronistoria e ringraziamenti pervenuti
L’allertamento alla nostra Associazione è arrivato dalla Protezione Civile Regionale, tramite il Presidente della Consulta di Bolona, che alle ore 21:00 del 24 giugno 2013 chiedevano la disponibilità di una grossa pompa da acqua con ovviamente la probabile partenza per Rimini, dove un autentico nubifragio, in un ora ha riversato sulla città oltre 120 mm di pioggia (media di sei mesi), mandando in tilt tutto il traffico stradale ed autostradale della zona, con sottopassaggi allagati ed automobili messe fuori uso, tra l’altro si è avuto anche una vittima.
Nel frattempo un gruppo di volontari di Malalbergo (Pegaso) coordinati dal Presidente Livio Gurioli veniva inviata sul posto ad operare. Arrivati sui luoghi dove intervenire, la squadra dei soccorritori si rendeva conto che occorreva un tubo di mandata per la pompa, veniva prontamente avvertito il Presidente AVPCM che reperiti due volontari (GianLuca Cuzzani e Lamberto Mota), con un fuoristrada dell’Associazione, spediva il materiale richiesto (ore 2,00).
La squadra molinellese arrivava presso il CUP (centro unificato di protezione civile), sede del Coordinamento Provinciale del Volontariato di P.C.le di Rimini.
Questi due volontari hanno prima operato con il gruppo di Bologna (coordinati da Livio Gurioli) nel sottopassaggio di via Firenze a Rimini,poi sono stati trasferiti al sottopassaggio di via Galla Placida,operando anche con i vigili del fuoco nel  “pompaggio” dell’acqua.
Le operazioni terminavano alle ore 14,30 ed il rientro a Molinella è avvenuto alle ore 16,30.
La colonna dei soccorsi inviata dalla Consulta di Bologna, comprendeva una decina di volontari, di Malalbergo, Minerbio,
Molinella. Il totale dei volontari coinvolti in questa emergenza è stato di 90 operatori di protezione civile.
Su questo intervento dei nostri volontari, vi alleghiamo la lettera inviata dal Coordinamento di Rimini.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Notizie dalla Protezione Civile 09-2009
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:34
STAGIONE AVVISTAMENTI AIB
(antincendio boschivo) - 2013
Quest’anno l’AVPCM ha fatto due sole giornate di AVVISTAMENTO ANTICENDIO BOSCHIVO, il 10 e 11 Agosto 2013 a  Livergnano di Pianoro, con i volontari Ezio Chiarini e Manuela Maestrami sabato 10 Agosto, Ruggero Tinti e Carlo Santoro domenica 11 Agosto. Per la nostra Associazione i servizi di avvistamento AIB, sono diminuiti sensibilmente, in quanto sono sorte due nuove Associazioni di protezione civile in montagna (Marzabotto e Savigno), inoltre alcune realtà di città che da anni avevano interrotto questo tipo di attività, da quest’anno hanno ripreso il regolare calendario di avvistamenti, di conseguenza le Associazioni di pianura hanno calato sensibilmente i loro impegni.
IL BENVENUTO AI NUOVI SOCI DELL’ AVPCM
Recentemente sono entrati a fare parte della famiglia del volontariato di Protezione Civile molinellese, i nuovi soci dell’AVPCM:
DAVID MAZZONI
FRANCESCO PADERNI
CARLO SANTORO
A loro giungano gli auguri ed i rallegramenti del Comitato di Redazione

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La scommessa
Pubblicato: Giovedì, 11 Febbraio 2016 19:34
Da tempo il settore del volontariato molinellese riscontra una serie di difficoltà, di disagio diffuso.
Fisiologicamente è normale che vi siano, nell’ambito di qualsiasi gruppo di persone, momenti di fervore e momenti di stanchezza, momenti in cui non si comprende bene un cambiamento,momenti in cui si vorrebbe mollare tutto.
Tenere unito e motivato un gruppo di lavoro non è semplice, come non è semplice stare al passo con le evoluzioni di una sistema sociale piuttosto complesso, che tende più alla valorizzazione dell’individuo,delle sue singole capacita, che alla valorizzazione del lavoro collettivo, allargato, finalizzato ad una azione solidale piu ampia.
In funzione di questo pensiero, ed assieme ai dirigenti di Croce Rossa, Carabinieri in congedo, Pubblica Assistenza, Donatori di Sangue, alla Pro loco, che con me condividevano la analisi di cui accennavo poco fa, abbiamo deciso di cominciare a ragionare sul da fare per poter ricostruire su basi nuove, un progetto di rinnovamento del settore del Volontariato Molinellese.
Abbiamo individuato in tre indirizzi fondamentali la base da cui ripartire, e su cui organizzare concretamente questo progetto di
rinnovamento, essi sono la Scuola, le Istituzioni, la Citta ed i suoi cittadini.
Nel nostro comune pensiero senza un legame forte, con questi tre elementi, non vi sara futuro per il volontariato cittadino, e  forse allargando il confine per il volontariato in generale.
Un primo passo importante è stato formalizzato in un incontro con il Sindaco Selva l’Assessore Gabusi ed il Responsabile di Protezione Civile Comunale Com. Pezzoli, che alla presenza di tutte le associazioni hanno manifestato la loro disponibilità, dopo aver ascoltato il nostro punto di vista sulla situazione e le nostre proposte.
A breve presenteremo al Sindaco ed alla citta il progetto nelle sue articolazioni organizzative.
Crediamo fortemente in questo progetto, che riteniamo innovativo e originale, utile per la comunità e di ampio respiro, pur consapevoli che non sara semplice, siamo sicuri che questa scommessa riusciremo a vincerla.
A nome del gruppo di Lavoro

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Copyright © 2016-2018 A.V.P.C.M.
Sito realizzato da Alex Reginato
Torna ai contenuti